Centro Revisioni

Categorie dei veicoli soggetti al controllo tecnico e periodicità dei controlli. (Allegato I Decreto 408/98)

Autoveicoli destinati al trasporto di cose o ad uso speciale di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3500 Kg, quadricicli a motore. Quattro anni dopo la prima immatricolazione, successivamente ogni due anni.
Autovetture ed autoveicoli per trasporto promiscuo ad uso privato (compreso l'eventuale carrello appendice) Quattro anni dopo la prima immatricolazione, successivamente ogni due anni.
Motoveicoli, ciclomotori e quadricilci leggeri. Quattro anni dopo la prima immatricolazione, successivamente ogni due anni.
Autoveicoli isolati destinati al trasporto di persone e il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, è superiore a otto. Cadenza annuale
a partire dalla data di prima immatricolazione.
Autoveicoli isolati destinati al trasporto di cose o ad uso speciale di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3500 Kg. Cadenza annuale
a partire dalla data di prima immatricolazione.
Rimorchi e semirimorchi di massa complessiva a pieno carico superiore a 3500 kg. Cadenza annuale
a partire dalla data di prima immatricolazione.
Autoveicoli e motoveicoii in servizio di piazza (taxi) o di noleggio con conducente, autoambulanze. Cadenza annuale
a partire dalla data di prima immatricolazione.

Controlli previsti in fase di revisione

(Sintesi Allegato II Decreto 408/98)
Impianto Frenante
Auto: Freno di servizio, freno di stazionamento, usura dei dischi e tasselli e verifica di eventuale freno di soccorso.
Moto: Stato meccanico ed usura del sistema.
Sterzo
Auto: Stato meccanico generale, tiranti, gioco dello sterzo eventuale idroguida o servosterzo.
Moto: Verifica dell'integrità del sistema.
Visibilità
Auto: Omologazione, intergità e conformità dei cristalli. Funzionamento dei dispositivi per la pulizia dei cristalli.
Moto: In presenza di parabrezza verifica Omologazione e integrità.
Impianto Elettrico
Auto e Moto: Integrità ed omologazione di: proiettori, indicatori di direzione, luci d'arresto, illuminazione targa, luci retromarcia e catarifrangenti.
Ruote
Auto e Moto: Stato di pneumatici e cerchi (oltre relativa conformità alla carta di circolazione del veicolo).
Integrità delle parti meccaniche associate alle ruote come ammortizzatori, molle, bracci ed assi.
Integrità strutturale
Auto: Conformità del veicolo alla carta di circolazione, verifica dello stato strutturale generale.
Moto: Integrità del telaio e degli elementi fissati ad esso, del serbatoio e dei tubi carburante.
Equipaggiamento
Auto: Stato della strumentazione e dei comandi, integrità ed omologazione dispositivi di sicurezza .
Moto: Stato strutturale di batteria e sedili.
Emissioni
Auto: Assenza di trafilaggi o perdite dal vano motore. Efficienza di catalizzatore e verica fumi di scarico.
Moto: Verifica rumorosità, analisi fumi e test velocità per ciclomotori.
Identificazione
Auto e Moto: Presenza e leggibilità del numero di telaio. Integrità e riflettenza della targa. Conformità alla carta di circolazione del numero di telaio.

Tutte le informazioni riportate sono a titolo informativo e costituiscono solo una sintesi di tutta la normativa vigente in materia.